La resilienza degli unlevered asset in un contesto di aumenti dei tassi d’interesse

Nel nostro ultimo aggiornamento Real Assets, abbiamo osservato la resilienza degli unlevered (ossia non soggetti a leva finanziaria) asset in un contesto di aumenti dei tassi d’interesse, valutando le opportunità offerte dall’intera proprietà di asset infrastrutturali e l’attrattività del reddito di lungo termine generato dagli immobili.

3 minuti di lettura

fiber optic

La volatilità dei tassi d’interesse ha incrementato le opportunità di acquisire asset infrastrutturali privati, in quanto vari proprietari di beni mirano a realizzare il valore prima che gli oneri finanziari diventino più elevati. Ciò ha contribuito a dare luogo a una serie robusta di operazioni in campo eolico e fotovoltaico-solare sul mercato secondario.

Un’area di attenzione per coloro che intendono assumere il controllo totale di asset mediante capitale infrastrutturale è la realizzazione della banda larga superveloce, una componente fondamentale del Next Generation Network Infrastructure Deployment Plan del governo britannico. L’installazione di cavi a fibra ottica per tale rete è attualmente in ritardo rispetto a paesi europei come Spagna e Francia. Alla luce della crescente domanda di larghezza di banda da parte degli utenti Internet, rileviamo opportunità d’investimento sul fronte dei fornitori che si rivolgono alle aree rurali non figuranti tra le priorità dei grandi operatori.

Parecchi fornitori più piccoli di reti alternative (altnet) cercano di posare cavi interamente a fibre ottiche direttamente in abitazioni e imprese; in tal modo, acquisiscono il vantaggio della “prima mossa”, mentre i loro clienti beneficiano di servizi digitali significativamente più affidabili e più veloci (in quanto rendono il trasferimento dati circa 40 volte più veloce rispetto ai tradizionali cavi in rame). Sebbene i modelli attuativi siano ancora oggetto di discussione – per esempio tramite partenariati pubblico-privato o monopoli regionali – il successo delle reti a fibra ottica potrebbe creare valore per gli investitori.

Al tempo stesso, le opportunità di reddito di lungo termine degli immobili rimangono forti: malgrado le imminenti modifiche ai principi contabili internazionali (IFRS, International Financial Reporting Standards), varie società e autorità locali continuano a ricercare operazioni di vendita con patto di locazione di immobili, mediante le quali utilizzare gli asset esistenti in modo più efficace. Le autorità locali sono state particolarmente attive nella ricerca di soluzioni per liberare capitali da investire in grandi progetti di rigenerazione, date le attuali pressioni a livello di bilancio.

L’interesse degli investitori per locazioni a lungo termine legate all’indice dei prezzi al dettaglio è anch’esso forte, soprattutto per gli asset di alta qualità, date le preoccupazioni per il ritorno dell’inflazione in combinazione con passività di lungo termine indicizzate all’inflazione. Prevediamo che quest’interesse si manterrà vivo; gli immobili che generano reddito a lungo termine sono più resilienti in un contesto di tassi d’interesse volatili (come evidenziato nella figura più avanti) e l’impegno del governo a ridurre l’indebitamento è destinato a diminuire l’offerta di Gilt indicizzati all’inflazione.

Negli ultimi tempi, la notevole domanda di locazioni ad ammortamento, o “income strip” (che in pratica eliminano i flussi finanziari dalla locazione sottostante) ha generato ottime performance nei settori degli alloggi studenteschi e delle autorità locali. Inoltre, vale la pena notare che l’interesse per i canoni di locazione di terreni commerciali (regolari pagamenti corrisposti dai locatori ai proprietari di immobili detenuti in proprietà assoluta) è stato sostenuto, mentre l’incertezza politica circa i canoni di locazione di terreni residenziali ha ridotto l’attività in tale settore. I canoni di locazione dei terreni possono essere particolarmente utili a fini di comparazione, data la loro natura di lungo termine, altamente garantita.

Figura 1.

Scenari di aumenti dei tassi d’interesse: gli unlevered asset possono offrire maggiore resilienza in un contesto di aumenti dei tassi d’interesse e sono pertanto più adatti per aiutare a soddisfare i flussi di passività di lungo termine.

Gli investitori solitamente acquistano immobili adottando uno degli approcci seguenti:

  1. un investimento di capitale senza ricorso al debito (ossia possesso diretto del bene)
  2. un investimento di capitale finanziato ricorrendo al debito (ossia capitale soggetto a leva finanziaria)

Per un determinato bene, riassumiamo l’impatto di un aumento dello 0,5 per cento dei tassi d’interesse di lungo termine sui flussi finanziari futuri attesi e il valore patrimoniale con ciascun approccio, ipotizzando un aumento dei tassi d'interesse al 10° anno di un bene venticinquennale (data di rifinanziamento).

Sterling swap curve

Il nostro aggiornamento integrale per il 2° trimestre relativo ai propulsori di reddito alternativo, è reperibile qui.

Rischi

Illiquidità: gli strumenti di reddito alternativo sono significativamente meno liquidi degli asset negoziati sui mercati pubblici. Laddove i fondi investano in immobili/infrastrutture, gli investitori potrebbero non riuscire a convertire o liquidare un investimento nel momento desiderato perché le infrastrutture non sono sempre prontamente vendibili. In tale eventualità, potremmo differire una richiesta di rimborso dell’investimento.

Valutazione: gli investitori devono ricordare che la valutazione di immobili/infrastrutture è generalmente più una questione di opinione dei periti che di fatto. Il valore di un investimento e il reddito da esso riveniente sono soggetti a rialzi e ribassi ed è possibile che gli investitori non recuperino l’importo originariamente investito. La performance conseguita in passato non costituisce un’indicazione di rendimenti futuri.

Autore

Opinioni correlate

Informazioni importanti

QUESTA È UNA COMUNICAZIONE DI MARKETING

Salvo diversamente indicato, la fonte delle informazioni riportate è Aviva Investors Global Services Limited (AIGSL). Salvo diversa precisazione, tutte le opinioni e i pareri appartengono ad Aviva Investors. Le suddette opinioni e pareri non vanno considerati come garanzia dei rendimenti generati dagli investimenti gestiti da Aviva Investors, né come una consulenza di qualsiasi tipo. Le informazioni qui riportate provengono da fonti ritenute affidabili, ma non sono state oggetto di verifica da parte di Aviva Investors, che non ne garantisce l'esattezza. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e dei rendimenti da essi generati può aumentare come diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l'intero importo investito. Nulla di quanto qui riportato, compresi eventuali riferimenti a specifici titoli, classi di attivi e mercati finanziari, costituisce o va inteso come una consulenza o una raccomandazione di qualsiasi natura. Alcuni dati mostrati sono ipotetici o previsionali e potrebbero non avverarsi come indicato a causa dei cambiamenti nelle condizioni di mercato e non sono garanzia di risultati futuri. Il presente materiale non è una raccomandazione all'acquisto o alla vendita di investimenti.

Le informazioni contenute nel presente documento sono solo di carattere generale. È fatto obbligo ai soggetti in possesso del presente documento di informarsi e osservare le leggi e i regolamenti del loro ordinamento giuridico. Le informazioni contenute nel presente documento non costituiscono un'offerta o una sollecitazione a soggetti residenti in ordinamenti in cui tale offerta o sollecitazione non è autorizzata o a cui la legge proibisce di estendere offerte o sollecitazioni d’acquisto di questo tipo.

In Europa questo documento è pubblicato da Aviva Investors Luxembourg S.A. Sede legale: 2 rue du Fort Bourbon, 1st Floor, 1249 Lussemburgo. Sotto la supervisione della Commission de Surveillance du Secteur Financier. Una società Aviva. Nel Regno Unito è pubblicato da Aviva Investors Global Services Limited. N. d'iscrizione in Inghilterra 1151805. Sede legale: St Helens, 1 Undershaft, Londra EC3P 3DQ. Autorizzata e disciplinata dalla Financial Conduct Authority. N. di riferimento impresa 119178. In Svizzera, il presente documento è pubblicato da Aviva Investors Schweiz GmbH.

A Singapore, questo materiale è diffuso tramite un accordo con Aviva Investors Asia Pte. Limited (AIAPL) ed è esclusivamente rivolto agli investitori istituzionali. Si ricorda che AIAPL non effettua ricerca o analisi indipendenti in materia o per la preparazione del presente materiale. I destinatari del presente sono invitati a contattare AIAPL per qualsiasi questione derivante o legata al presente materiale. AIAPL, società di diritto di Singapore con n. di iscrizione 200813519W, è titolare di una Licenza per servizi sui mercati dei capitali valida per svolgere attività di gestione di fondi ai sensi del Securities and Futures Act (Singapore Statute Cap. 289) ed è un Consulente finanziario asiatico esente ai sensi del Financial Advisers Act (Singapore Statute Cap.110). Sede legale: 1 Raffles Quay, #27-13 South Tower, Singapore 048583. In Australia, questo materiale è diffuso tramite un accordo con Aviva Investors Pacific Pty Ltd (AIPPL) ed è esclusivamente rivolto agli investitori istituzionali. Si ricorda che AIPPL non effettua ricerca o analisi indipendenti in materia o per la preparazione del presente materiale. I destinatari del presente sono invitati a contattare AIPPL per qualsiasi questione derivante o legata al presente materiale. AIPPL, società di diritto australiano con Australian Business No. 87 153 200 278 e Australian Company No. 153 200 278, è titolare di una Licenza per servizi finanziari in Australia (AFSL 411458) rilasciata dall'Australian Securities and Investments Commission. Sede operativa: Level 27, 101 Collins Street, Melbourne, VIC 3000 Australia.

Il nome "Aviva Investors" nel presente materiale si riferisce nel complesso all'organizzazione di imprese di gestione patrimoniale che opera sotto il nome di Aviva Investors. Ogni consociata di Aviva Investors è una controllata di Aviva plc, società finanziaria multinazionale quotata con sede nel Regno Unito.

Aviva Investors Canada, Inc (“AIC”) ha sede a Toronto e rientra nella regione nordamericana dell’organizzazione di imprese di gestione patrimoniale che opera sotto il nome di Aviva Investors. AIC è registrata presso l'Ontario Securities Commission come gestore di negoziazione di materie prime, dealer di mercato esente, gestore di portafoglio e gestore di fondi d'investimento. AIC è inoltre registrata come dealer di mercato esente e gestore di portafoglio in ogni provincia del Canada e può essere registrata anche come gestore di fondi d'investimento in alcune altre province.

Aviva Investors Americas LLC è accreditata a livello federale come consulente per gli investimenti presso la U.S. Securities and Exchange Commission. Aviva Investors Americas è anche consulente di trading su materie prime ("CTA") registrato presso la Commodity Futures Trading Commission ("CFTC") ed è membro della National Futures Association ("NFA"). Il Modulo ADV Parte 2A di AIA, con informazioni generali sull'azienda e sulle sue politiche, può essere richiesto a: Compliance Department, 225 West Wacker Drive, Suite 2250, Chicago, IL 60606.