Infrastrutture

Gli investimenti finanziari comportano un elemento di rischio. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione dedicata alle avvertenze sui rischi.

Infrastrutture: una classe di attivi esclusiva

Per gli investitori che mirano a flussi di cassa a lungo termine e a basso rischio le infrastrutture possono rappresentare un'opzione adeguata. Il contesto a basso rendimento evidenzia come le infrastrutture siano un'efficace fonte di creazione di rendimenti rettificati per il rischio.

In quanto fondamentale colonna portante dell'economia moderna, le infrastrutture rappresentano attività relativamente sicure. Al contempo, i governi occidentali si impegnano allo sviluppo delle infrastrutture al fine di sostenere l'economia. La maggior parte di essi non è tuttavia in grado di finanziare i progetti legati alle infrastrutture e si sta rivolgendo al settore privato in cerca di aiuto. Le banche stanno eliminando il supporto ai prestiti dal settore per far fronte a più rigide norme in termini di fabbisogno patrimoniale, e vi è pertanto apertura affinché gli investitori istituzionali partecipino a tale classe di attivi esclusiva.

Le opportunità si presentano sotto molte forme, da progetti sociali, legati alle utility e all'energia sicuri ai settori a più alto rischio quali porti e telecomunicazioni. È possibile accedere al mercato investendo direttamente in progetti o attraverso fondi di debito o azionari. Vi sono inoltre opportunità d'investimento congiunto e di creazione di portafogli su misura. Per taluni investitori, un approccio basato su più gestori è più adatto al fine di diversificare i rischi. 

Sostenere il reddito del portafoglio

I proventi generati dalle attività infrastrutturali sono particolarmente adeguati alle necessità degli investitori istituzionali:

  • I proventi sono spesso correlati all'inflazione, e sono ideali per gli investitori che presentano passività a lungo termine.
  • I flussi di cassa possono essere ad ammortamento, ed offrire un reddito più elevato e costante nel corso della durata dell'investimento anziché maxi pagamenti finali tipici degli investimenti obbligazionari.
  • Strutture normative propizie spesso associate a servizi pubblici e monopoli.

Le infrastrutture sono di norma investment grade. Tuttavia, la relativa natura non liquida consente spesso agli investitori di conseguire rendimenti più elevati rispetto ad attività obbligazionarie che presentano rating analoghi.

RA17/1580/30112018 (1/3)