Come possiamo affrontare i problemi esistenziali e rimanere positivi? Abigail Herron prevede alcuni semplici passaggi per proteggere il momentum ed evitare il burnout.

Leggi questo articolo per comprendere:

  • in che modo osservare il mondo dal punto di vista della finanza sostenibile può essere dispendioso in termini energetici
  • come verificare i progressi rispetto a obiettivi validi può essere rassicurante per affrontare le avversità  
  • i recenti progressi legislativi in materia di clima e capitale naturale, nonché gli impegni istituzionali per garantire che le società partecipate diventino più responsabili

È stata un’estate calda. Molto calda. Sebbene i quotidiani abbiano offerto utili suggerimenti su come sfruttare al meglio le condizioni meteorologiche, l’entusiasmo sull’argomento di chi si occupa di questioni legate al clima e alla biodiversità è stato flebile. Come si può godere della spiaggia quando si sa che la traiettoria climatica costringerà milioni di persone a diventare rifugiati climatici, o assaporare un gelato quando il caldo sta riducendo le prospettive per gli impollinatori? 

Queste domande sono al centro del dilemma che si trova ad affrontare chi si occupa di finanza sostenibile. Tutti sono sfiancati dal COVID-19 e dal perpetrarsi di un altro conflitto tragicamente distruttivo, tuttavia ci sono anche altre problematiche concrete di cui gli specialisti ESG devono occuparsi. Il lavoro si sta rapidamente evolvendo: ci sono problemi più complessi da affrontare, nuove normative e una moltitudine di indicatori da valutare. Le responsabilità si moltiplicano.

Nel frattempo, la professione sta suscitando grande attenzione. Gli investitori, i fiduciari, le ONG, i gruppi di interesse speciale e i politici vogliono tutti di più: più informazioni su ciò che le società partecipate stanno monitorando, più riscontri sull'impatto e più informazioni sulle conseguenze che questo potrebbe avere sui rendimenti. Sono in molti a volersi unire al dibattito, ma accanto all'opportunità di esprimere le proprie opinioni c'è anche la possibilità di essere accusati di greenwashing. È un lavoro difficile da svolgere.

Ecco perché il burnout è reale. Se la consapevolezza sullo stato del mondo riaffiora ogni qualvolta si cammina in un parco e si osserva la terra arida e l’assenza di natura, o quando si passeggia per le strade principali e si notano commercianti le cui catene di fornitura sono influenzate da questioni ESG, è difficile godersi momenti di tranquillità con la famiglia e gli amici. Non si tratta solo dello stress di persone impegnate; riconoscere lo stato precario del mondo può comportare sentimenti di sconforto o addirittura di disperazione.  

Il burnout consiste in tre fattori: esaurimento, cinismo e inefficacia. In uno stato di esaurimento, si diventa incapaci di concentrarsi o di vedere il quadro generale; abilità essenziali nel mondo ESG. Anche le attività di routine e fino ad allora piacevoli sembrano ardue. Il cinismo si manifesta con una sensazione di distacco e negatività nei confronti dei progetti e del posto di lavoro, invece di un atteggiamento collaborativo e ottimista. È anche infettivo. L'inefficacia porta alla paralisi, a un drastico calo della produttività e all'assillante preoccupazione che il successo sia impossibile.

Ogni persona ha un mix unico di responsabilità

Ma esistono delle soluzioni. Innanzitutto, riconoscere che ogni persona ha un mix unico di responsabilità è un passo importante per rendere la vita un po' più facile per tutti.

Il modo in cui bilanciamo questi elementi è fondamentale. Potrebbe significare ritagliarsi del tempo per parlare ed elaborare sentimenti complessi con altri colleghi dello stesso settore. Potrebbe significare usufruire di un lavoro flessibile, liberando del tempo per il relax oltre a quello per il lavoro: tempo per il divertimento e per un fine, in cui i genitori possono fare i genitori, gli assistenti possono dedicarsi al proprio lavoro e coloro che hanno voglia di fare da mentori possono guidare gli altri lungo il cammino.

Immergersi nella natura consente anche di ritrovare un senso di prospettiva, cosa che molti operatori del settore già apprezzano. Godersi la calma di una passeggiata, soprattutto in compagnia di un cane, la freschezza di una nuotata in libertà o il sobrio stoicismo di un albero può essere utile, mentre noi ci impegniamo a fare in modo che tutti possano godere di tali semplici benefici. Integrarli nella nostra routine quotidiana, ove possibile, è sicuramente sensato.

Vale anche la pena di fare un passo indietro per riflettere sul ruolo del cambiamento nel lungo periodo. All'inizio, tende a essere incrementale. I piccoli cambiamenti si accumulano, contribuiscono a dare slancio, poi all'improvviso si raggiunge un punto di svolta e tutto inizia a sembrare diverso. Dobbiamo tenerlo a mente quando i problemi appaiono insormontabili, il lavoro è estenuante e il ritmo dei progressi sembra troppo lento.

Sono in corso dei cambiamenti su diversi fronti

Tenendo conto di tutto ciò, è bene fermarsi a celebrare le pietre miliari che abbiamo già raggiunto. Sono in corso cambiamenti su diversi fronti, come dimostrano questi molteplici punti di contatto.  

L'agenda legislativa sul clima sta cambiando. Nel 2022, gli Stati Uniti hanno annunciato un progetto di legge che prevede 375 miliardi di dollari in investimenti per la lotta al clima;1 l'Unione Europea si è impegnata ad abbandonare più rapidamente i combustibili fossili con investimenti mirati tramite REPowerEU,2 e i legislatori britannici sollecitano il governo ad assumere un rigore e una trasparenza maggiori con piani di net zero.3 Gli esiti non sono assicurati, ma l'ambizione sta crescendo e la rinnovata attenzione all'obiettivo finale merita di essere accolta con favore.

Anche la consapevolezza della necessità di arrestare la perdita di biodiversità sta aumentando. Nel Regno Unito, si sta discutendo l'introduzione di un obiettivo legalmente vincolante per invertire la perdita di natura entro il 2030,4 e una copertura sempre maggiore del potere dell'agricoltura rigenerativa e del recupero della natura dimostra che i segnali stanno iniziando ad arrivare. Si tratta di un inizio moderato, ma è essenziale affrontare i problemi insieme alla crisi climatica. Il passo successivo è garantire che i principi generali si riflettano adeguatamente nei nostri sistemi di agricoltura e di pianificazione.    

Non è troppo tardi per intervenire in ambito sanitario e agricolo

È inoltre incoraggiante vedere che un numero maggiore di gestori e proprietari di beni si concentra sulla necessità di garantire che le società partecipate diventino migliori custodi dei preziosi antibiotici che sono alla base di tutta la medicina moderna. Si tratta di una questione tempestiva: sebbene il COVID-19 sia virale, i rapporti indicano che il pericolo di resistenza agli antimicrobici è aumentato. A molti pazienti affetti da COVID sono stati somministrati antibiotici per evitare infezioni secondarie, ma la mancata gestione di queste terapie essenziali comporterà l'accumulo di problemi potenzialmente letali per il futuro. Non è troppo tardi per intervenire nei contesti sanitari e nell'agricoltura – dove la portata dei problemi è ancora maggiore – dal momento che i batteri resistenti ai farmaci continuano a evolversi.    

Questi diversi esempi denotano l'importanza di desiderare qualcosa di migliore. In molti settori dell'economia globale sono presenti problemi radicati: non possiamo ignorarlo. Non possiamo nemmeno ignorare la prospettiva che il conflitto ritardi il processo decisionale. Tuttavia, il clima è di urgenza, e questo è qualcosa di potente da sfruttare.

Il clima è di urgenza, e questo è qualcosa di potente da sfruttare

Cercare di garantire che la finanza accresca, anziché diminuire, le prospettive può sembrare opprimente, ma vale la pena sostenere noi stessi a sufficienza per trovare l'energia e la motivazione per lottare per un futuro migliore. In attesa che la situazione migliori, possiamo trovare conforto nel fare la nostra parte per apportare cambiamenti vitali ai sistemi che modellano le economie e le società.

Opinioni correlate

Informazioni importanti

Salvo diversamente indicato, la fonte delle informazioni riportate è Aviva Investors Global Services Limited (AIGSL). Salvo diversa precisazione, tutte le opinioni e i pareri appartengono ad Aviva Investors. Le suddette opinioni e pareri non vanno considerati come garanzia dei rendimenti generati dagli investimenti gestiti da Aviva Investors, né come una consulenza di qualsiasi tipo. Le informazioni qui riportate provengono da fonti ritenute affidabili ma non sono state oggetto di verifica da parte di Aviva Investors, che non ne garantisce l'esattezza. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e dei rendimenti da essi generati può aumentare come diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l'intero importo investito. Nulla di quanto qui riportato, compresi eventuali riferimenti a specifici titoli, classi di attivi e mercati finanziari, costituisce o va inteso come una consulenza o una raccomandazione di qualsiasi natura. Il presente materiale non è una raccomandazione all'acquisto o alla vendita di investimenti.

In Europa questo documento è pubblicato da Aviva Investors Luxembourg S.A. Sede legale: 2 rue du Fort Bourbon, 1st Floor, 1249 Lussemburgo. Sotto la supervisione della Commission de Surveillance du Secteur Financier. Una società Aviva. Nel Regno Unito è pubblicato da Aviva Investors Global Services Limited. N. d'iscrizione in Inghilterra 1151805. Sede legale: St Helens, 1 Undershaft, Londra EC3P 3DQ. Autorizzata e disciplinata dalla Financial Conduct Authority. N. di riferimento impresa 119178. In Svizzera, questo documento è emesso da Aviva Investors Schweiz GmbH.

A Singapore, questo materiale è diffuso tramite un accordo con Aviva Investors Asia Pte. Limited (AIAPL) ed è esclusivamente rivolto agli investitori istituzionali. Si ricorda che AIAPL non effettua ricerca o analisi indipendenti in materia o per la preparazione del presente materiale. I destinatari del presente sono invitati a contattare AIAPL per qualsiasi questione derivante o legata al presente materiale. AIAPL, società di diritto di Singapore con n. di iscrizione 200813519W, è titolare di una Licenza per servizi sui mercati dei capitali valida per svolgere attività di gestione di fondi ai sensi del Securities and Futures Act (Singapore Statute Cap. 289) ed è un Consulente finanziario asiatico esente ai sensi del Financial Advisers Act (Singapore Statute Cap.110). Sede legale: 1 Raffles Quay, #27-13 South Tower, Singapore 048583. In Australia, questo materiale è diffuso tramite un accordo con Aviva Investors Pacific Pty Ltd (AIPPL) ed è esclusivamente rivolto agli investitori istituzionali. Si ricorda che AIPPL non effettua ricerca o analisi indipendenti in materia o per la preparazione del presente materiale. I destinatari del presente sono invitati a contattare AIPPL per qualsiasi questione derivante o legata al presente materiale. AIPPL, società di diritto australiano con Australian Business No. 87 153 200 278 e Australian Company No. 153 200 278, è titolare di una Licenza per servizi finanziari in Australia (AFSL 411458) rilasciata dall'Australian Securities and Investments Commission. Sede operativa: Level 30, Collins Place, 35 Collins Street, Melbourne, Vic 3000, Australia.

Il nome "Aviva Investors" nel presente materiale si riferisce nel complesso all'organizzazione di imprese di gestione patrimoniale che opera sotto il nome di Aviva Investors. Ogni consociata di Aviva Investors è una controllata di Aviva plc, società finanziaria multinazionale quotata con sede nel Regno Unito. Aviva Investors Canada, Inc. (“AIC”) ha sede a Toronto ed è registrata presso la Ontario Securities Commission ("OSC") come Gestore di portafogli, Intermediario di mercato esente e Gestore di trading su materie prime. Aviva Investors Americas LLC è accreditata a livello federale come consulente per gli investimenti presso la U.S. Securities and Exchange Commission. Aviva Investors Americas è anche consulente di trading su materie prime ("CTA") registrato presso la Commodity Futures Trading Commission ("CFTC") ed è membro della National Futures Association ("NFA"). Il Modulo ADV Parte 2A di AIA, con informazioni generali sull'azienda e sulle sue politiche, può essere richiesto a: Compliance Department, 225 West Wacker Drive, Suite 2250, Chicago, IL 60606.