Una foto di Francesco Bonami

Francesco Bonami

Critico e curatore d’arte di fama internazionale

Esperienza e qualifiche

Francesco Bonami è scrittore e curatore.

È stato direttore della 50. Biennale di Venezia nel 2003, curatore della 75. Whitney Biennial of American Art nel 2010 e nel 2000 di Manifesta 3. Nel 2003 al Museo Correr ha curato la mostra di pittura "Da Rauschenberg a Murakami: 1963/2003". Ha curato le mostre di Yan Pei Ming e Damien Hirst in Qatar per il QMA. All'MCA di Chicago è stato il curatore delle mostre personali di Jeff Koons e Rudolf Stingel. Nel 2013 a Palazzo Reale di Milano ha curato una mostra di dipinti di Bob Dylan. Ha curato mostre al Walker Art Center di Minneapolis, The White Chapel, The National Museum di Seoul, The Hara Museum di Tokyo, Gagosian Gallery di Londra e New York, Luxembourg e Dayan di Londra e New York, Barbara Gladstone Gallery di New York e Bruxelles, Blum&Poe di Tokyo. Dal 1995 al 2017 è stato direttore artistico della Fondazione Sandretto Rerebaudengo a Torino. E’ direttore artistico del centro d’arte contemporanea JNBY disegnato da Renzo Piano e RPBW in Huangzhou in Cina Nel 2010 ha ricevuto l’ordine della Legion D’Honneur della Repubblica Francese 

Ha pubblicato per Mondadori “Lo potevo fare anch’io“ e “L’arte nel Cesso” per Marsilio “Curator” e per Electa “Mamma voglio fare l’artista”. Collabora con La Stampa e Il Foglio, Donna Moderna e Vogue Italia. Nel 2019 per Feltrinelli pubblicherà per Feltrinelli "Post: L'opera d'arte all'epoca della sua riproducibilità sociale.